LUOGHI DI PREVENZIONE - Centro Regionale di Didattica Multimediale per la Promozione della Salute
CCM Azioni Centrali - Cambiare stili di vita non salutariCCM Azioni Centrali - Cambiare stili di vita non salutari
 
L’AUSL di  Reggio Emilia,  dopo aver concluso il Progetto “Cambiare Stili di vita non salutari” - Azioni centrali  CCM2019,  ottenuto gli obiettivi conseguiti   e raccolto  richieste dalle Regioni Aderenti, propone di realizzare attraverso Luoghi di Prevenzione una estensione dei alcune linee di azioni riconosciute come utili per l’implementazione degli obiettivi trasversali  del Piano della Prevenzione.

L’esposizione epidemica ha   favorito la riconversione delle FAD oggetto delle azioni  previste dal progetto  in una modalità molto più consona al suo utilizzo a distanza, anche con lavori a piccolo gruppo e utilizzo delle tecniche interattive di Luoghi di Prevenzione.
 
Soluzioni ed interventi proposti sulla base delle evidenze scientifiche
La formazione contemporanea privilegia un apprendimento interattivo e centrato su chi apprende: in questa direzione, la tecnologia può contribuire con un apporto positivo. Nel processo di long life learning discenti e aziende sanitarie manifestano esigenze legate a distanza territoriale, flessibilità dei tempi di utilizzo, contenimento della spesa, e maggiori possibilità di controllo, che in parte spiegano il crescente utilizzo dello strumento della formazione a distanza con modalità blended.
La piattaforma didattica LdP propone una modalità di apprendimento blended perché il tempo d’aula è ritenuto una preziosa risorsa, non del tutto sostituibile: l’apprendimento dell’adulto deve tenere conto delle sue esperienze precedenti, delle sue caratteristiche individuali, non può prescindere dal suo coinvolgimento, e trae beneficio da una interazione d’aula gestita opportunamente (L’acquisizione di nuove conoscenze e competenze richiede, nella visione LdP, un setting formativo che susciti la mobilizzazione dell’emotività e il coinvolgimento attivo del discente).
Le regioni partecipanti al progetto di Area CCM - Azioni centrali, concluso il 7 giugno 2022, hanno manifestato interesse per:
  • Poter usufruire di un altro Corso FAD per formatori e pianificatori coinvolti nella realizzazione del Piano della Prevenzione 2020-2025.
  • Avere a disposizione un corso base  sull’applicazione dell’approccio motivazionale con modalità di alfabetizzazione specifica sull’uso del minimal/advice (Prima valutazione: Strumento operativo Vademecum come applicazione del TTM realizzato in collaborazione con Il Prof. DiClemente)
  • Implementare modalità di inserimento delle tematiche nei corsi di laurea universitari e specialistici, con particolare interesse per Medici di Medicina Generale in formazione e Ostetriche Universitarie 

Unità operative coinviolte:
1.a Regione Emilia-Romagna
1.b AUSL di Reggio Emilia -Luoghi di prevenzione
2. ISPO Istituto Studio e Prevenzione Oncologica, Firenze
3. Regione Veneto
4. Regione Lombardia
5. Regione Piemonte
6. Regione Marche
7. Regione Molise – LILT Sez. prov.le Campobasso
8. Regione Liguria - A.Li.Sa. (Azienda Ligure Sanitaria)



Clicca qui per scaricare il file PDF completo 



 

Indietro
Ricerca nel sito