LUOGHI DI PREVENZIONE - Centro Regionale di Didattica Multimediale per la Promozione della Salute
FRA RISCHIO E PIACERE
 
Descrizione
Programma basato sul potenziamento delle life skills nel contrasto alle pressioni sociali che condizionano i  comportamenti individuali e di gruppo rispetto alle dipendenze patologiche. Il percorso ricolloca il tema della relazione fra giovani e comportamenti a rischio in chiave di legalità, percezione del rischio, alterazione della percezione, piacere/corporeità. Il delicato equilibrio tra rischio e piacere rappresenta il centro di tale percorso, che mira a implementare la personale capacità di analisi, di consapevolezza e confronto. La difficoltà del “saper scegliere” nella ricerca costante dell’equilibrio tra testa-cuore, razionale ed emotivo, rappresenta il perno attorno al quale si articola il percorso proposto. Ad oggi, il percorso dà la possibilità di lavorare alternativamente sul tema dei comportamenti a rischio e sul gioco d’azzardo.
   
Gruppo beneficiario prioritario
Studenti delle classi seconde delle Scuole secondarie di secondo grado.
 
Gruppi di interesse (destinatari, sostenitori o operatori)
Studenti del terzo e quarto anno delle Scuole secondarie di secondo grado selezionati per le attività di educazione fra pari, dirigenti scolastici, docenti, genitori.
.
 Modalità di intervento
  1. Costituzione di un gruppo di lavoro interno alla scuola, che può essere composto da: 
  • Dirigente scolastico o suo delegato
  • Docente referente alla salute
  • Almeno altri due docenti
  • Psicologo scolastico
  • Rappresentante del personale ATA
  • Rappresentanti degli studenti
  • Rappresentante dei genitori
  • Rappresentanti di altre realtà dell’area educativa (e cooperative sociali)
 Il gruppo di lavoro si occupa di:
  • inserire nel PTOF l’impegno della scuola al tema della prevenzione dei comportamenti di dipendenza;
  • modificazione del contesto attraverso il processo di “Scuole che promuovono Salute” (per alcuni suggerimenti, vedere l’ALLEGATO 1) e compilazione del profilo di salute della scuola (ALLEGATO 2)
  • rilevare periodicamente lo stato di applicazione dei processi in atto.
  1. Formazione dei docenti (6 ore):
    • 3 ore dedicate all’esplorazione delle valenze del termine “rischio” e al concetto di “piacere”, attraverso tecniche interattive; esplorazione delle teorie sul tema della scelta (“come facciamo a scegliere?”) e della percezione e sul tema della legalità e delle regole.
    • 3 ore dedicate all’approfondimento curriculare.
       
  2. Selezione e formazione dei pari che, attraverso un processo di empowerment, diventano risorsa attiva per la scuola (in cui svolgeranno 2 interventi nelle classi target) e per il territorio:
    • la prima parte della formazione sarà trasversale e focalizzata sul tema della salute;
    • la seconda parte della formazione sarà dedicata, nello specifico, ad esplorare i concetti di rischio, piacere ed educazione alla legalità, attraverso tecniche interattive.

       
  3. Per gli approfondimenti disciplinari da parte dei docenti in orario curriculare, Il Centro regionale Luoghi di prevenzione mette a disposizione la guida didattica “Fra rischio e piacere”.
     
  4. Approfondimento laboratoriale per le classi target con metodologie interattive (condivisione dei vissuti e approfondimento cognitivo, simbolico, affettivo-relazionale) presso Luoghi di Prevenzione (3,5 ore):
     
  5. Programmazione congiunta di attività di implementazione del progetto fra scuola e territorio con il coinvolgimento attivo dei genitori e delle associazioni del territorio.

Sostenibilità
Il progetto ha come elemento di sostenibilità il Centro regionale Luoghi di prevenzione che garantisce supporto metodologico attraverso i suoi operatori e la piattaforma web e facilita la formazione mettendo a disposizione i suoi laboratori didattici.